il Portapennepagliaccio

“Portapennepagliaccio” con inserto all’uncinetto dei ragazzi del laboratorio di Osimo Stazione

I ragazzi del laboratorio dell’Oratorio Parrocchiale “Regina Pacis” di Osimo Stazione (AN) hanno realizzato in tempi brevissimi, un sabato e una domenica, lavorando a “tambur battente”, un originale portapenne da regalare ai papà.
Hanno preso dei rotoli di cartone di scarto, l’hanno rivestiti con uno strato di prezioso sughero, fissato con la colla vinilica e per il quale sono state usate anche le puntine, in fase intermedia, per permettere alla colla di asciugare perfettamente.


La solida base del portapenne è stata ricavata da cartone riciclato e rivestito di carta colorata, come decorazione e rinforzo.

La fase della personalizzazione: chi con il cartoncino colorato, chi con il glitter e le paillettes, chi con le stelline, tutti hanno trasformato il compassato portapenne in sughero di stile classico in qualcosa di molto meno serio ma certamente più divertente, per le scrivanie dei loro papà.

Una nota di raffinatezza: i capelli dei “portapennepagliaccio”, fissati con la dovuta precisione con la colla a caldo sulla sommità del rotolo, sono stati realizzati all’uncinetto. Già, all’uncinetto, un vero fai da te infatti non si ferma davanti a niente ed è disposto a imparare tutto ciò che gli occorre per realizzare al meglio il suo lavoro.
E i risultati danno ai ragazzi di Osimo Stazione ragione e lode! I.B.

GUARDA TUTTE LE FOTO

il Portapennepagliaccio
5 (100%) 1 vote

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here