UN PROGETTO DI NICLA DE CAROLIS

massimo-finiMassimo Fini: giornalista, scrittore, drammaturgo, attore e attivista italiano. Nel 2005 ha fondato il movimento politico Movimento Zero,...
oliviero-toscani Pubblicitario e fotografo, conosciuto internazionalmente per le sue campagne pubblicitarie, intellettuale provocatore, impegnato...
gino-chabodFalegname dal 1977. Diciotto anni fa anni ha ideato un laboratorio mobile di falegnameria per bambini/ragazzi/disabili che gira l’Italia e che...
libro-banner.jpg

Iscriviti alla NEWSLETTER


Seleziona la lista a cui vuoi iscriverti (anche più di una):

Animatori in primo piano

teresa-mendolicchioNata a Foggia 42 anni fa, ha cominciato la sua carriera di far da sé disegnando e realizzando gli abiti per la sua Barbie, da allora non si è più fermata:...

Conflenti, un laboratorio sempre più elettrizzante PDF Stampa E-mail
Scritto da Ilaria Beretta   
Mercoledì 04 Luglio 2012 10:23

hanoi

Dalla piccola falegnameria ai circuiti elettrici, in alcune mosse ben assestate i giovani fai da te di Conflenti (CZ) guidati da Carlo Audino, stanno acquisendo in poche settimane importanti conoscenze da esperti bricoleur e versatili capacità manuali. S’incontrano ogni sabato e realizzano qualcosa di nuovo. In uno di questi hanno segato, levigato, forato...per fare cosa? Un introvabile e intrigante oggetto multifunzione, il condensato di un rompicapo, di un gioco e di un oggetto per la casa!



Inizialmente i ragazzi si sono adoperati per costruire quello che pensavano fosse un semplice portachiavi da muro, ma quando hanno ricevuto le rondelle ed è stato loro spiegato come utilizzarle su quella strana tavoletta, la sfida della “Torre di Hanoi” è diventata una febbre difficile da far abbassare. Nulla vieterà ai nostri geniali fai da te di appendere in camera l’elegante portachiavi e, al momento opportuno, toglierlo dal muro per  scatenarsi in un duello di logica, velocità e memoria.

 

 

Insieme a Carlo Audino, in un altro magico sabato, Franco Marotta, esperto elettricista, si è dedicato a spiegare ai ragazzi i segreti dell’elettricità. Dapprima sono stati spiegati alcuni semplici concetti come energia, polo positivo, negativo. E poi subito al lavoro, in piccoli gruppi da 2-3 bambini ciascuno.

Ogni gruppo ha avuto a disposizione un kit contenente il materiale necessario per realizzare un piccolo circuito elettrico: due lampadine collegate in serie, comandate da un interruttore e alimentate da una batteria. Con un po’ di timidezza iniziale – ma insomma, non ci dicono sempre di stare lontano dagli interruttori e dai cavi elettrici?!  – i ragazzi si sono messi al lavoro. Nelle foto stanno serrando i fili nelle morsettiere con i cacciavite per creare i circuiti alimentati da una batteria da 4,5 V, in cui chiudendo un interruttore si accendono le lampadine.

Hanno agito subito con molta cautela sotto la guida dei loro insegnanti ma poi, quando il primo gruppo è riuscito a realizzare l’impianto, anche gli altri hanno voluto “a spron battuto” “elettrizzarsi”: allora quelli che avevano già terminato il pannello hanno aiutato gli altri a completarlo. E’ così che il laboratorio di Conflenti presso la Basilica di Maria Santissima di Visora è diventato tutto una luce di valenti falegnami, di bravi elettricisti, di generosi compagni di lavoro.

I.B.

Ultimo aggiornamento Giovedì 11 Luglio 2013 12:18
 
Leggi anche:Ultimi articoli:


MANUALITA’, UN GIOCO DA RAGAZZI,
È UN PROGETTO FONDATO NEL 2011 DA:

 

 

SOSTENITORI:


Login Form

Per inviare foto del proprio laboratorio, registrarsi ed effettuare il Login.



Iniziativa con il patrocinio di:

logo Gavi LOGO ABBATEGGIO

logo Landirago logo sanpossidonio

 


 

pulsante laboratorio gavi òigure


 

AREA STAMPA

 

Trova un laboratorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Social Network

Facebook Twitter Youtube

Sondaggio

Quali lavorazioni ti interessano di più?
 
massimo-casolaro Giornalista, direttore di varie testate, stretto collaboratore di editori come Valentino...
vassoio-a-bande Che cosa occorre: listelli 20x15 mm:- 10 lunghi 400;- 3 lunghi 340;- 2 lunghi 260;- 2 lunghi...
libro-reggilibri   Che cosa occorre: fogli di compensato listelli di legno sottili listone a sezione...
il-telefono-del-nonno   Che cosa occorre: cartoncino ondulato pittura all’acqua spago e velcro colla matita e...
maschera-king-kong-fai-da-te A Foggia nel laboratorio “Artmania” di Teresa Mendolicchio, i piccoli fai da te hanno approntato una...
maurizio-riva-leggi-il-pensiero Maurizio Riva, classe 1952, si è diplomato presso la Scuola d’arte di Cantù (CO), è entrato...
massimo-finiMassimo Fini: giornalista, scrittore, drammaturgo, attore e attivista italiano. Nel 2005 ha fondato il...
intervista-a-stefano-micelliautore di “Futuro artigiano” edito da Marsilio, è docente di Economia e Gestione delle Imprese...
alzata-di-carta   Che cosa occorre: Tovaglioli di carta Vernice per découpage Cilindri di cartone Piatti e...
maschere-fai-da-te A Besozzo (VA) i bambini della scuola primaria Casa del Sacro Cuore hanno ideato sotto la guida di...
bricolage_bambini_7.png
Loading...