Cartapesta per costruire un galletto

Non lasciate che la mamma butti via i vecchi giornali: sono una fonte preziosa da cui ricavare tanti simpatici oggetti in cartapesta, come questi coloratissimi galli da cortile.

La sagoma per le forme di cartapesta

Per creare oggetti di cartapesta utilizziamo delle sagome di recupero, dei contenitori di plastica, di quelli usati per le confezioni pasquali, a forma di galletto, in due parti uguali. Tagliate tante strisce di carta da giornale larghe 40 mm che immergete (una alla volta) in un contenitore pieno d’acqua e che stendete sulle due sagome di plastica disponendo due strati incrociati.

Le sagome in plastica delle colombe pasquali (e simili) sono le più adatte per fungere da “formella” per la cartapesta.
Il materiale occorrente è costituito da: fogli di carta di giornale, guscio in plastica (recuperato dalle confezioni di Pasqua), tubi di cartone spesso per le zampe, colla da tappezzeria (o colla per legno), pennello e contenitori vari per mettere a bagno la carta e per diluire la colla.

Con la colla

Formate gli strati successivi sempre con strisce di carta ma imbevute di colla da tappezzeria (o di colla “vinilica” per legno) fino a formare almeno quattro strati. Lasciate asciugare e indurire il tutto per 24 ore. Quando la carta è completamente asciutta (toccatela bene con le mani, se sentite che è indurita, vuole dire che è pronta) staccate delicatamente lo stampo che vi servirà per realizzare altri esemplari.

Formare il corpo

Unite le due parti (che sono speculari) con altre strisce di carta imbevute di colla formando il corpo del galletto. Attaccate con la colla le zampe che avete ricavato dai tubi dei rotoli Scottex e sagomate, usando del cartone rigido, anche le zampe. A questo punto non vi resta che dare una mano di fondo bianco (all’acqua) e passare alla decorazione sbizzarrendovi nei colori che più preferite: non dimenticate di farvi comprare gli smalti “acrilici” all’acqua.

 

  1. Ritagliate le strisce dai fogli di carta di giornale e, dopo averle immerse in acqua per ammorbidirle, stendetele all’esterno della sagoma di plastica facendo almeno due strati sovrapposti.
  2. Dopo aver creato altri strati (almeno due, oltre ai primi due) con carta imbevuta di colla da tappezzeria, lasciate essiccare il tutto per almeno 24 ore. A questo punto lo stampo si separa facilmente dalla carta ormai asciutta e indurita.
  3. Eliminate le sagome, unite le due metà uguali, facendole aderire bene e applicando nuove strisce di carta e colla lungo la linea di contatto.
  4. Realizzate le zampe del volatile ritagliando da un foglio di cartone due sagome di dimensioni adeguate che incollate ai tubi di cartone che fungono da gamba e poi ricoprite tutto con carta e colla.
  5. Stendete sul gallo di cartapesta una mano di fondo di smalto all’acqua bianco e lasciate asciugare bene. L’ultima operazione che dovete eseguire è dipingere il gallo, usando sempre i colori acrilici all’acqua. Scegliete tinte dai colori sgargianti. Potete, preventivamente, delimitare con un pennarello le aree da colorare in modo diverso.

 

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here