Barbapapà da colorare in pietra

barbapapà da colorare

Ecco i barbapapà da colorare, divertente e creativa decorazione di pietre, con una soluzione per farle stare in piedi

D’estate, passeggiando per la spiaggia, capita spesso d’imbattersi in conchiglie e pietre dalla forma più svariata. Come ad esempio, questi due sassi che, seguendo la fantasia, possono rappresentare un personaggio del cartone animato Barbapapà.  Ancora una volta il mondo dei cartoons si fa da tramite per condurre i giovani sulla strada del far da sé, cosa tutto sommato logica, dato l’interesse dei ragazzi per tutto ciò che riguarda le animazioni dedicate a loro sui giornalini, alla tv, al cinema, e l’evidente desiderio che nasce poi di riprodurre quegli stessi personaggi, con i materiali a portata di mano. Due quindi le cose positive: la materializzazione del personaggio immaginario, che ora si può prendere in mano, regalare, rompere (importantissimo!), e un ribaltamento dei ruoli che vede finalmente l’abituale spettatore diventare protagonista e creativo, sin dal momento in cui osserva una pietra e ci vede… Barbapapà da colorare

Barbapapà da colorare – La realizzazione

barbapapà da colorare
  1. Oltre che sulle spiagge e sul greto dei torrenti, le pietre si trovano facilmente anche a margine dei sentieri in campagna e in montagna. La pietra piedistallo dev’essere piatta e larga.
  2. Per far stare in piedi i barbapapà da colorare, bisogna praticare un foro nelle due pietre usando una punta di diametro 6 mm: in quella grossa va fatto un foro cieco, mentre nell’altra passante.
  3. Per il foro passante nella pietra di base che sostiene i barbapapà da colorare non ci sono grossi problemi; più impegnativo è fare il foro cieco nell’altra, che deve stare in piedi verticalmente. Il foro presenta due difficoltà: la prima è quella di tener ferma la pietra, molto sfuggevole a causa delle sue rotondità; la seconda è quella di riuscire a forare perpendicolarmente all’asse della pietra. Una soluzione può essere quella di bloccare la pietra fra le ganasce di un banchetto da falegnami e poi forarla mettendo il trapano in un supporto a colonna universale.
  4. Nella pietra grossa si mette un tassello di nylon; la base si fissa con una vite a testa svasata. Tirando la vite la rondella di plastica cede ma impedisce che la testa passi attraverso il foro.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here